Neg

NEWS

3 Giugno 2021

Una montagna solare per il Burning Man

I progetti del futuro sono sempre più incentrati sull’impatto ambientale man mano che gli effetti del cambiamento climatico iniziano a raggiungere livelli storici mondiali.

Burning man festival: guarda al futuro, illuminalo al massimo! - la cultura 2021

Durante il Land Art Generator Initiative (LAGI 2020), sfida artistica dedicata ad ingegneri e imprenditori, è stato chiesto di realizzare un’opera d’arte “rigenerativa“, che contribuisse a realizzare un’infrastruttura per il Fly Ranch, il futuro quartier generale del festival americano del “Burning Man” che si svolgerà nel deserto “Black Rock” del Nevada. Tra le 10 proposte accettate troviamo quella dell’azienda indiana NUDES che prevede la realizzazione di una struttura modulare prefabbricata rinominata “montagna solare”. Gli organizzatori lo immaginano come uno spazio totalmente “off-grid”, che non dipenda dalla rete elettrica e il progetto “Solar Mountain”, ecosostenibile e autonomo energeticamente, è tra le voci più interessanti selezionate per passare alla fase successiva (quella della prototipazione).
La struttura si comporrebbe di quattro grandi moduli, ciascuno formato da 182 pannelli solari con una capacità individuale di 300 Watt, e sarebbe in grado di produrre un’energia potenziale giornaliera di circa 873 kWh da usare per soddisfare i requisiti del sito e altre attività. Sarà fabbricata utilizzando legno riciclato ed altri materiali ecologici ed è progettata utilizzando i principi net-zero.

A differenza di un parco solare convenzionale, l’imminente installazione del “Solar Mountain” presenterebbe anche una funzione interattiva. Grazie all’apertura a ventaglio dei pannelli solari dalla spina centrale che crea una passerella semicoperta per i visitatori, arricchita da interessanti giochi di luce proiettati dalle strisce di pannelli sarà utilizzato come centro comunitario per i partecipanti al “Burning Man”.

Il design modulare di Solar Mountain rappresenta appieno le potenzialità dello sviluppo tecnologico applicato alla costruzione di grandi edifici. La superficie ondulata della “Solar Mountain” rappresenterebbe una valida fonte di energia permanente. L’installazione si inserirebbe in maniera ottimale con le specie animali autoctone e con le centinaia di specie di piante della zona, mirando a un’estetica di “fusione continua” con l’ambiente.

L’energia rinnovabile prodotta dalla “Solar Mountain” potrebbe aumentare realisticamente l’impronta ecologica del festival “Burning Man”. Questo evento – senza contare l’incendio del gigantesco fantoccio di legno che funge da culmine dell’evento – ha tipicamente visto innumerevoli veicoli motorizzati a combustibili fossili radunarsi nel deserto, suggerendo ai partecipanti di vivere o trovare un’armonia nascosta con la natura abbastanza ironica da un punto di vista strettamente ecologico. Ma forse questo sta per cambiare e l’evento diventerà un’autentica forza per il bene nel mondo. Tutto è possibile.

Fonte: “Land Art Generator Initiative – LAGI 2020”, Land Art Generator, 2021

HAI BISOGNO DI ALTRE INFORMAZIONI? Contattaci tramite la sezione “CONTATTI”, tramite telefono, email, WhatsApp o attraverso l’app, disponibile su App Store e Play Store.

Contattaci

081 2136225

Numero Verde

392 953 7520

Assistenza WApp

Altri articoli
You May Also Like