Neg

NEWS

17 Settembre 2021

Una stangata senza precedenti: super rincari per gas e luce

Una stangata senza precedenti: super rincari per gas e luce

Dal 1° Ottobre l’Autorità per l’Energia Arera, nel suo aggiornamento trimestrale, stabilirà le tariffe di gas e luce. 

Rincari sulle bollette +30% per il gas, +20% per la luce.

La colpa dei rincari energetici, questa volta, non è causata dal sign. petrolio, bensì dall’ascesa dei prezzi delle materie prime, dovuta alla ripresa economica globale e alle ridotte forniture di gas, soprattutto in Russia, che già dallo scorso luglio hanno causato un rialzo dei prezzi di gas ed energia elettrica.

Inoltre, bisogna prestare particolare attenzione alle speculazioni internazionali sul metano e sulla crescita dei permessi di emissioni di anidride carbonica (CO2), chiamati ETS – Emission Trading Scheme.

Il sistema di “emissioni” stabilito dalle UE, adotta un unico principio: le grandi aziende devono pagare per poter inquinare. Ma tale meccanismo dà libero spazio alle speculazioni.

Si tratta infatti, di un metodo chiamato cup and trade, che consente appunto di scambiare emissioni. Praticamente è un sistema di “autorizzazione ad inquinare”, in cui le aziende europee, ricevono e scambiano tali quote di emissione. Quindi, un azienda che inquina di più, è costretta a comprare altri permessi. Date le politiche sempre più strette della UE, si è visto un aumento per la domanda di permessi, facendo verificare così, un rialzo dei prezzi.

Un costo che le aziende cercheranno di recuperare e che sicuramente ricadrà sui costi della bolletta e sulle tariffe dei consumatori al dettaglio.

I rincari secondo l’Enea avevano già colpito. Infatti, l’analisi trimestrale di mercato ha rilevato in Italia, un forte aumento dei consumi di energia, dei costi e delle emissioni di co2. Inoltre, già dal 1° luglio si era visto un aumento considerevole delle bollette di luce e gas.

Il 1° ottobre l’Arera, aggiornerà le tariffe di corrente elettrica e gas, avvicinandole ai costi di produzione e ai mercati internazionali. Lo stesso giorno partiranno i contratti annuali di fornitura destinati ai grandi consumatori e alle imprese.

A tale proposito gli economisti sono molto preoccupati, perché le bollette potrebbero subire un rincaro di oltre il 30% per quella del gas e del +20% per quella della luce.

Detto in parole semplice i rincari potrebbero arrivare a 100€ l’anno per la luce e a 400€ per il gas. Molto più pesante sono le ripercussioni sui prezzi al dettaglio e sulle tariffe: +768€ annui a famiglia,  portando il conto complessivo della stangata a sfiorare i 1.300€ a nucleo familiare. 

L’aumento del gas: Perché?

Nonostante la crescita di produzione energetica e la diffusione di impianti delle fonti rinnovabili, in Italia il fabbisogno energetico viene coperto con il gas che, nonostante sia una delle fonti meno inquinanti, resta una delle più care perché di importazione.

Secondo l’Arera, il prezzo a termine del terzo trimestre 2021 “risulta in aumento di circa il 50% rispetto a quello del secondo trimestre 2021″. Si prevede quindi, un forte aumento in bolletta.

Ma… Perché? Qui entra in gioco il fattore meteorologico: la primavera particolarmente fredda fino a maggio e un estate molto calda, è stata la condizione perfetta che ha fatto aumentare il prezzo del gas. La domanda è aumentata prima, per il riscaldamento domestico e poi per produrre energia per compensare la domanda di elettricità per alimentare condizionatori, impianti di raffreddamento delle abitazioni e degli uffici. Inoltre, sono calate le esportazioni della Russia verso la Ue, per le difficoltà politiche nel raddoppio del gasdotto North Stream. A questo, si aggiunge anche che, la prima ad uscire dall’emergenza e a ripartire economicamente e stata l’Asia e così le navi che trasportavano gas sono partite prima verso l’Oriente e soltanto dopo verso l’Europa.

Insomma, senza girarci intorno, la realtà è che i prezzi europei del gas sono cresciuti di oltre il 30% nel secondo trimestre del 2021 rispetto al primo.

Contattaci

081 2136225

Numero Verde

392 953 7520

Assistenza WApp