Neg

NEWS

18 Maggio 2021

SUPERBONUS 110%: il primo passo verso un futuro ecosostenibile

La NEG S.p.A. si propone come “general contractor”, tramite la sottoscrizione di un contratto di appalto, seguendo il processo dall’inizio degli interventi alla consegna.

Il Superbonus è un’agevolazione che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per specifici interventi di ristrutturazione. Le misure di quest’ultimo si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli di recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti (cd. bonus facciate, Art. 1, commi 219 e 220, della legge 27 dicembre 2019, n. 160), per la riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus), per l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici (Art. 16-ter del decreto legge n. 63 del 2013) e per la riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus). Sono stati concessi ulteriori sei mesi di tempo (31 dicembre 2022) per le spese sostenute per lavori condominiali o realizzati sulle parti comuni di edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche se, al 30 giugno 2022, è stato realizzato almeno il 60% dell’intervento complessivo.

 
CHI PUÒ BENEFICIARE DEL SUPERBONUS 110%

  • Persone fisiche, per lavori effettuati su singole unità immobiliari, limitatamente a un numero massimo di due unità immobiliari per ciascun beneficiario (proprietario, conduttore, ecc.) non adibite ad attività d’impresa, arte o professione
  • Condomìni, per i lavori effettuati sulle parti comuni degli edifici
  • Istituti autonomi case popolari (IACP)
  • Cooperative edilizie di abitazione a proprietà indivisa
  • Enti del terzo settore iscritti nei pubblici registri (ONLUS, Organizzazioni di volontariato, APS)
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche, per i lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi

 

COME BENEFICIARE DEL SUPERBONUS 110%

Le spese possono essere:

  • portate in detrazione direttamente dalle persone che hanno pagato i lavori (in misura del 110%) in cinque quote annuali di pari importo > in questo caso il pagamento è a carico del cliente e dovrà dichiararlo in detrazione nella dichiarazione dei redditi;
  • detratte attraverso la cessione del credito all’impresa esecutrice degli interventi > in questo caso l’azienda che ha effettuato i lavori riconosce uno sconto al cliente sul corrispettivo dovuto fino ad un importo massimo pari al corrispettivo stesso (importo del credito che il cliente le ha ceduto) e sarà a suo carico l’attività per il recupero del contributo anticipato sotto forma di credito d’imposta con facoltà di successive cessioni di tale credito alle Banche o ad altri intermediari finanziari
  • oppure, se non possibile, essere scontate in fattura con la procedura della cessione del credito a banche o altri intermediari finanziari.

 

I REQUISITI PER ACCEDERE ALLA DETRAZIONE

Gli interventi devono assicurare: il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, da dimostrare con l’attestato di prestazione energetica (APE), oppure, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta possibile, da dimostrare con l’attestato di prestazione energetica (APE).

L’immobile sul quale vengono fatti gli interventi deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Assenza di difformità urbanistiche da dimostrare con apposita documentazione redatta da un tecnico specializzato.
  • Edificio funzionalmente indipendente: indipendenza impianti di luce, gas, acqua e riscaldamento.
  • Accesso autonomo indipendente: è necessario che l’unità immobiliare disponga di un accesso indipendente non comune ad altre unità immobiliari, chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da cortile o da giardino anche di proprietà non esclusiva.

 

INTERVENTI “TRAINANTI” E “TRAINATI”

Il Superbonus può essere applicato a diverse tipologie di lavori ma se ne può beneficiare soltanto se sia realizzato almeno uno dei cosiddetti interventi “trainanti”, cioè quelli che consentono il miglioramento dell’efficienza, quali sono:

  • l’isolamento (o cappotto) termico di almeno il 25% delle superfici opache esterne agli edifici,
  • l’installazione di caldaie a condensazione e a pompa di calore in condominio,
  • l’installazione di pompe di calore per edifici unifamiliari


In concomitanza della realizzazione di uno di questi, è possibile applicare l’agevolazione anche ad altri interventi cosiddetti “trainati” che sono i seguenti:

  • Installazione di impianti fotovoltaici – il tetto di spesa è di 48.000€ totale e di 2.400€ per ogni kW di potenza nominale. Gli impianti fotovoltaici hanno comunque diritto a una detrazione fiscale del 50%, con la modalità dello sconto in fattura, anche se realizzati senza uno degli interventi “trainanti” e senza portare un aumento di due classi energetiche.
  • Sistemi di accumulo integrati – il tetto di spesa è di 1.000€ per ogni kWh di capacità di accumulo.
  • spese per la sostituzione delle finestre che, comprensive di infissi, possiedano le caratteristiche di trasmittanza termica indicate nel decreto interministeriale del 6 agosto 2020 (decreto requisiti) – Allegato E.
  • Ricarica dei veicoli elettrici – il massimale in questo caso è stato stabilito a 3.000€.

 

CONDIZIONI DI FRUIZIONE

Per esercitare l’opzione, oltre agli adempimenti ordinariamente previsti per ottenere le detrazioni, il contribuente deve acquisire anche:

  • il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione, rilasciato dagli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni e dai CAF
  • Due  attestazioni di prestazione energetica(APE) che attestino i valori di prestazione energetica dell’edificio, una all’inizio dei lavori ed un’altra alla fine
  • Comunicazione all’ENEA con l’asseverazione tecnica relativa agli interventi di efficienza energetica e di riduzione del rischio sismico, che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici necessari ai fini delle agevolazioni fiscali e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.
  • Scheda informativa sui lavori realizzati.


In particolare, l’offerta della NEG S.p.A. include i seguenti servizi professionali associati all’opera stessa:

  • esecuzione del servizio di responsabile dei lavori, come descritto dall’art. 92 del decreto legislativo n. 81 del 2008: studio di fattibilità, progettazione e direzione e, se richiesta dal cliente, realizzazione delle opere.
  • coordinamento in materia di sicurezza e di salute durante la realizzazione dell’opera, di cui all’art. 92 del decreto legislativo n. 81 del 2008;
  • redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica;
  • asseverazione sul rispetto dei requisiti tecnici e corrispondente congruità delle spese sostenute, di cui all’art. 119, comma 13 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio);
  • visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta, di cui all’art. 119, comma 11 del decreto Rilancio;


Scarica la brochure cliccando QUI!

HAI BISOGNO DI ALTRE INFORMAZIONI? SEI INTERESSATO AD AVERE UN PREVENTIVO GRATUITO PER L’ECOBONUS? Contattaci tramite la sezione “CONTATTI”, tramite telefono, email, WhatsApp o attraverso l’app, disponibile su App Store e Play Store.

Contattaci

081 2136225

Numero Verde

392 953 7520

Assistenza WApp